Le regole per una buona manutenzione degli impianti di irrigazione

Manutenzione e Irrigazione

Per mantenerne la piena efficienza dell’impianto d’irrigazione nel corso degli anni e preservarlo da eventuali danni e inefficienza, è fondamentale eseguire sempre un’accurata pulizia dello stesso, manualmente o attraverso alcuni prodotti specifici, facendo attenzione ad avere alcune accortezze in base alla tipologia e al periodo dell’anno in cui viene fatta la manutenzione.

Quando e come effettuare la manutenzione

Il momento migliore per effettuare trattamenti anti-occlusione è sicuramente quello tra l’intervallo di due cicli colturali, ovvero quando non ci sono piante da irrigare. La pulizia andrebbe fatta con un prodotto ossidante in grado di dissolvere la sostanza organica che può formarsi all’interno dell’impianto d’irrigazione, come ad esempio l’acqua ossigenata, il cloro al 5%, la varechina o alcune miscele composte; successivamente, dopo aver risciacquato l’impianto, si valuta se procedere con uno o più lavaggi con acidi appositi, in grado di sciogliere i depositi rimasti o i sedimenti chimici eventualmente formatisi, per poi terminare con il lavaggio con acqua. Ovviamente consigliamo di chiedere sempre a chi ha montato l’impianto quali sono i prodotti più idonei e le modalità di somministrazione per evitare di danneggiare le tubature.

Come proteggere l’impianto d’inverno

Ci sono alcune piccole e semplici accortezze da seguire durante la stagione invernale, ovviamente sempre in base alle condizioni atmosferiche del luogo in cui si vive, per proteggere gli impianti da eventuali gelate o freddo eccessivo. Per quanto riguarda gli impianti d’irrigazione interrati consigliamo di chiudere la valvola a monte delle elettrovalvole; attivare per qualche minuto le elettrovalvole così da eliminare tutta l’acqua rimasta all’interno; se presente, svuotare la pompa centrifuga o spegnere l’interruttore. Inoltre se le elettrovalvole sono interrate, sarebbe meglio proteggerle dal gelo con della lana di roccia isolante e consigliamo di togliere le pile dalle centraline o qualunque comando elettronico; infine sarebbe opportuno smontare e lavare i filtri dell’acqua. Per un impianto a goccia invece è necessario chiudere il rubinetto al quale è collegato l’impianto dopo aver eliminato l’acqua rimasta all’interno; far fuoriuscire tutta l’acqua rimasta dai tubi, scollegare il programmatore e togliere la pila di alimentazione. La nostra azienda Perugino & Panzarella, a Contrada Callipo in provincia di Catanzaro, si occupa da oltre 25 anni d’impianti d’irrigazione e offre ai sui clienti un servizio completo che li accompagna dalla progettazione alla realizzazione fino a servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Non esitate a contattarci per maggiori informazioni al numero +39 096878024 o inviandoci un email all’indirizzo peruginoepanzarella@tiscali.it